Il gatto chausie

Chausie:  origini, storia e curiosità.

Il gatto chausie, si ritiene sia un ibrido naturale tra due specie di felidi:  il gatto della giungla  Felis chaus ) e il gatto domestico Felis silvestris catus ), avvenuta in Egitto molto tempo fa.

F. chaus  allo stato selvatico, si trova in una piccola area del Nord Africa : il delta del Nilo. Non è una specie timida, sono noti per la loro capacità di vivere  in edifici abbandonati e  canali di irrigazione  tanto quanto come lungo i corsi di fiumi selvaggi, a condizione che vi sia un adeguato numero di prede e arbusti di copertura disponibili. Probabilmente i primi ibridi tra le due specie sono nati all’interno di fattorie lungo il corso del Nilo. Alcune persone hanno tentato di allevare ibridi di F. chaus e F. catus tra la fine degli anni 1960 e 1970. Il loro intento era quello di mantenere gatti non domestici come animali domestici. Il percorso fu lungo e complicato, alla fine si utilizzarono anche incroci con gatti del Bengala, OrientaliAbissini e Soriani. Tuttavia, la razza Chausie comincia a svilupparsi seriamente solo nel 1990, quando un gruppo di allevatori sviluppa un programma di allevamento pianificato e obiettivi. Questi allevatori hanno chiesto e ottenuto la registrazione alla TICA nel 1995, dove diventa una nuova razza del Campionato TICA, il 1 maggio 2013. Chausies ora vengono allevati sia in America del Nord sia in Europa. La razza ha iniziato un nuovo processo di riconoscimento in World Cat Federation (WCF).

Aspetto generale del gatto chausie

Il gatto chausie ha zampe lunghe,  magro ed elastico, è un gatto costruito per correre e cacciare in canneti e terreni paludosi. Di buon carattere, leale, molto intelligente e addestrabile, attivo e curioso.

La testa del gatto chausie

Cuneo modificato di media larghezza se osservato di fronte. Il profilo mostra una lunga fronte sfuggente che termina in una progressiva leggera curva convessa sopra le sopracciglia. Appena sopra gli occhi, il profilo scende in una curva concava delicata sotto gli occhi. Il muso lungo equilibra gli zigomi alti, marcati e spigolosi, e leggermente arrotondati e, termina in un mento pieno e nel naso largo, leggermente più ampio fra gli occhi; la pelle del naso è convessa e piena, con un tartufo gonfio, prominente. Le orecchie alte, grandi, sono attaccate con una leggera angolazione verso l’esterno in cima alla testa, a circa due dita di distanza tra le basi all’interno. Le orecchie sono abbastanza ampie con punte arrotondate. Ciuffi auricolari sono preferiti ma la loro mancanza non è considerata un difetto, così come pure “l’impronta di pollice” di colorazione più chiara sul retro degli stessi. Gli occhi di medie dimensioni, hanno il bordo inferiore ovale che si inclina verso la base esterna dell’orecchio; il bordo superiore è un marcatamente appiattito. Il colore degli occhi preferito è oro o giallo, dal nocciola al verde chiaro consentito. Il collo è di media lunghezza e spesso.

Il corpo del gatto chausie

Tronco lungo, magro, piatto sui fianchi e potente, con  petto profondo che termina in un torso profondo di media larghezza. Il grande corpo rettangolare, non è largo o ingombrante, ma piuttosto con una muscolatura lunga e magra, il torace non deve essere arrotondato. Zampe lunghe, con ossatura media, mettono in risalto la capacità del gatto di correre e saltare. I piedi sono di media grandezza e di forma ovale, la coda leggermente corta, di media larghezza. Idealmente misura ¾ la lunghezza della coda di un gatto normale, con un numero di vertebre ridotto, deve essere sempre completamente articolata.

Il mantello del gatto chausie

Da corto a medio, con comunque sufficiente lunghezza per ospitare almeno due bande di ticchettio, con un denso sottopelo morbido, un pò elastico, leggermente più grossolano all’esterno. I colori ammessi sono solo tre: BrownTicked Tabby; nero solido; Black Ticked Tabby

L’alimentazione del gatto chausie

Come qualunque altro gatto, è un carnivoro obbligato nato per mangiare carne cruda, questo è sicuramente l’alimento più appropriato per lui. La carne cruda contiene tutte le sostanze di cui il gatto ha bisogno, in particolare la taurina. I benefici riscontrabili con questo tipo di alimentazione sono sia fisici che psichici e si possono notare nella qualità delle feci, nella lucentezza del pelo e nei denti, meno colpiti dal tartaro rispetto ad altri tipi di alimentazione, pare inoltre che un gatto che si nutre di cibo naturale, si ammali meno.  Però la BARF (acronimo di Bones and Raw Food che significa Biologically Appropriate Raw Food, ossia cibo crudo biologicamente appropriato), possiede anche degli svantaggi: appetibilità più bassa rispetto al cibo industriale, una maggiore predisposizione ad alcune infezioni del tratto intestinale, qualora il cibo non sia di qualità eccelsa e, un costo leggermente più alto rispetto ad altri prodotti industriali. D’altra parte i cibi secchi, molto comodi soprattutto d’estate, in quanto si mantengono inalterati nella ciotola per ore, hanno un tasso di carboidrati generalmente elevato rispetto al massimo 4-5% di cui ha bisogno il gatto. Il cibo umido, anche industriale, purchè di ottima qualità, presenta il vantaggio di favorire l’idratazione.

Il carattere del gatto chausie

Socievole e molto attivo, dispone di un’intelligenza forse illimitata, refrattario a qualsiasi costrizione, ma non collerico e neppure vendicativo, per quanto si adatti benissimo alla vita d’appartamento, il gatto Chausie è un gatto energico, che ha bisogno di un’area esterna alla quale può avere accesso, per sfogare energia correndo a perdifiato. Non è aggressivo, agile e giocherellone, specialmente da cucciolo. Adatti a famiglie con bambini, poiché  ama molto giocare e condividere momenti con gli esseri umani ma, amerà morbosamente solo il padrone, ed è a lui che il gatto chausie si affeziona e riserva ogni attenzione, attenzione che lui stesso richiede. Impara facilmente ad essere condotto al guinzaglio in ogni dove e detesta rimanere solo in casa., resiste al caldo e al freddo,divide il proprio spazio anche con altri gatti, la convivenza con i cani, deve essere appresa da  cuccioli. Non fa danni né dispetti in casa, purchè non venga lasciato solo troppo a lungo.

Di quali cure ha bisogno il gatto chausie

Non richiede cure particolari, spazzolare e strofinare con un panno umido il pelo ogni giorno è una delle poche cure che il gatto chausie richiede.

La riproduzione del gatto chausie

Le femmine sono molto precoci, potendo avere il primo estro già a sei mesi, però per la riproduzione, conviene aspettare l’anno di vita; per il resto l’attività riproduttiva non è dissimile da quella di altri gatti domestici, i cuccioli nascono dopo una gestazione di circa 60 giorni. La mamma di solito è molto attenta alla crescita dei cuccioli e riesce ad occuparsi di tutti senza nessun problema. I cuccioli aprono gli occhi intorno agli 8-10 giorni e per circa 3-4 settimane si nutrono esclusivamente del latte materno. Intorno al mese, devono essere svezzati con alimenti specifici appositamente studiati, per ben affrontare questa fase dello sviluppo. Il cucciolo è estremamente vivace, vive benissimo con altri gattini,  se tenuto in casa pretende fin da piccolo di interagire con il proprio padrone, al quale si affeziona subito.

 

Disclaimer: la descrizione qui riportata è stata realizzata tenendo conto dei principali standard. L’uso dei disegni è stato gentilmente concesso da ICB (International Cat Book) e i contenuti sono protetti dalla Creative Commons License – Attribuzione non commerciale, non opere derivate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *