Il gatto devon dex

Devon Rex:  origini, storia e curiosità.

Il  gatto Devon Rex è simile a un folletto. La sua storia inizia in Gran Bretagna, nella regione del Devonshire.

Nel 1960, dalla gatta che la signorina Beryl Cox aveva adottato, nasce un piccolo micio maschio di colore nero molto particolare, simile a un folletto, con  grandi orecchie e il pelo arricciato come quello del padre, un gatto “bizzarro” dalla pelliccia arruffata che viveva in una vecchia miniera di stagno situata nelle vicinanze dell’abitazione della signora Cox. Incuriosita del fenomeno Beryl Cox decise di tenerlo e lo battezzò Kirlee, in riferimento a curly che in inglese significa riccio.

Nello stesso periodo un allevatore di nome Brian Stirling-Webb si stava  interessando ad un nuovo tipo di gatto dal mantello ondulato e cortissimo, chiamato Cornish Rex, la signora Cox propose Kirlee per il programma d’allevamento. Kirlee fu fatto accoppiare con nove gatte, che partorirono in totale ventinove cuccioli tutti con il pelo normale.

Si capì quindi che i geni che causavano il pelo arricciato nel Cornish Rex e in Kirlee non erano uguali. Oggi si pensa che la mamma di Kirlee fosse a sua volta imparentata con il gatto della miniera abbandonata.

Kirlee doveva essere geneticamente diverso dal Cornish Rex. Gli esperimenti proseguirono seguendo due programmi differenti attraverso incroci, condotti in modo distinto.

Inizialmente il C.F.A . (Cat Fanciers’ Association) considerò le varietà Rex senza distinguere fra gatti Devon rex e Cornish rex; nel 1979 diede loro una registrazione separata, e nel 1983 permise il loro campionato. In Europa, il primo esemplare di gatto Devon Rex comparve nel 1979 per merito di Jerry Weaver. Il musino da folletto, caratterizzato da un naso corto, servì da modello per fissare il tipo che venne battezzata Devon Rex: Devon per ricordare la sua terra d’origine; Rex per ricordare il gene che arriccia il pelo.

Il gene responsabile del mantello del gatto Devon Rex permette la contemporanea presenza dei tre tipi di pelo (di protezione, intermedio e sottopelo), modificati e arricciati al punto che ne risulta una pelliccia corta, di tessitura fine e ondulata. Al contatto, il corpo del Devon Rex è più caldo di un gatto comune. L’aspetto è quello di un piccolo alieno. Non c’è da stupirsi che Steven Spielberg abbia tratto ispirazione da un Devon Rex per il suo ET.

La nudità o il pelo liscio, dovrebbe  essere considerata un difetto. I gatti appartenenti a questo gruppo morfologico specifico o razza, possono avere un pelo meno denso o quasi del tutto assente nel basso ventre e sulle tempie.

 aspetto generale del gatto devon rex

I gatti Devon Rex  hanno una struttura normolinea di taglia medio-piccola, (fino a 4 Kg il maschio e 3 la femmina), con le zampe tonde e la coda lunga, hanno il pelo corto, corposo e arricciato o brevemente ondulato. La mutazione genetica recessiva, responsabile di questa tipologia di pelo, è presente esclusivamente in questo tipo di gatto. Sono caratterizzati da una testa di piccole dimensioni, occhi grandi, muso corto, zigomi ampi e alti e grandi orecchie attaccate basse che danno a questo gatto il caratteristico aspetto da folletto.

La testa del gatto devon rex

La testa è piuttosto piccola in confronto al corpo ed è a forma di cuneo modificato, con contorni marcati ed angolari. Nella vista frontale  si possono osservare tre curve convesse formate dai lobi delle orecchie, dagli zigomi distanziati tra loro e dal “porta-baffi”. Visto lateralmente il cranio è piatto, la fronte è arrotondata e la linea del naso si interrompe prima della fronte (stop marcato).

Il muso è corto e ben sviluppato con “porta-baffi” prominenti, che si interrompe all’altezza degli zigomi ‘whisker break’. Il mento è fermo, deve allinearsi verticalmente con il
naso. Le vibrisse e le sopracciglia sono increspate, arricciate, ruvide e corte, a volte quasi assenti. Le orecchie sono grandi, attaccate basse e divaricate, molto larghe alla base, si assottigliano arrotondandosi in punta. Sono coperte di pelo fine, con o senza ciuffi di pelo più lunghi che crescono sulla parte posteriore della piega dell’orecchio e in punta (“ear muffs and tufts”). Nelle tempie il pelo può essere rado. Gli occhi sono grandi e di forma ovale, inclinati verso il bordo esterno dell’orecchio. Gli occhi possono essere di qualsiasi colore, generalmente conforme al colore del mantello.

Il corpo del gatto devon rex

Il torso è di media lunghezza, compatto e muscoloso. Il collo e medio-lungo e sottile. Il torace è ampio portato alto.  Le zampe sono lunghe e snelle, quelle posteriori sono più lunghe di quelle anteriori.  Le zampe anteriori danno  l’impressione di essere leggermente arcuate. I piedi sono piccoli e ovali, con cinque dita davanti e quattro dietro. La coda è lunga, sottile, affusolata, ben ricoperta di peli corti.

Il mantello del gatto devon rex

Il mantello è Corto e sottile. Morbido, brevemente ondulato e/o arricciato, con o senza  ‘peli di guardia’ (Rexed). Il gatto presenta un pelo più ricco sulla schiena, fianchi, coda, zampe, faccia, e orecchie.  È molto corto sulla parte superiore della testa, orecchie e collo.

I gattini possono avere una pelliccia molto corta distribuita uniformemente, anche se la lunghezza non permette di formare la caratteristica onda essa deve coprire il gattino in maniera uniforme, in modo che non si evidenziano zone nude. L’ondulazione o il riccio è reso più evidente lisciando il pelo con la mano.

In questo gruppo morfologico specifico sono presenti tutte le varietà di colore e di disegno. La varietà di tipo Siamese è chiamata Si-rex.

L’alimentazione del gatto devon rex

Il devon rex è un gatto che ha bisogno di grandi quantità di cibo in rapporto al proprio peso, ciò è dovuto a causa della temperatura corporea più alta della media, pertanto i processi metabolici a carico del cibo e della sua digestione, avvengono molto più rapidamente. Per il  metabolismo accelerato,  ma soggetto a problematiche intestinali, il devon rex richiede pasti moderati e frequenti, in casi estremi hanno bisogno di mangiare ogni tre ore  e, specie nella stagione fredda, deve avere sempre cibo secco a disposizione; un’alimentazione a base di BARF è da preferirsi, grazie al maggior livello di digeribilità della carne cruda e alla quasi totale assimilazione del cibo; inoltre la quantità d’acqua e sali minerali presenti nei tessuti, favoriscono una buona idratazione. In alternativa si può optare per del cibo in scatola di ottima qualità, attenzione però, il magnesio non fa molto bene al loro organismo, quindi leggete sempre bene le etichette dei cibi in scatola.    

Il carattere del gatto devon rex

Il Devon Rex ha un ottimo carattere, estroverso e socievole; in casa ficca il naso ovunque, non per dispetto ma perché attirato da tutto, dai sacchetti di plastica ai libri, alle riviste che state leggendo, è atletico, ma non acrobata come il collega Cornish Rex. Sono  spiccatamente attaccati al padrone e per questa loro caratteristica molto ricercati. Amano accovacciarsi in grembo, al caldo, sicuri e tranquilli e sempre in cerca di una mano dolce e carezzevole. In alcuni esemplari sono particolarmente evidenti la gelosia e l’animo possessivo verso il proprio padrone. E’ un gatto che non ama la solitudine, quindi se lavorate fuori tutto il giorno pensateci bene prima di acquistarne uno solo, rischiereste di ritrovarlo triste a piangere come un disperato. È un gatto freddoloso, non sarà difficile trovarlo sotto qualche coperta o un maglione caldo a sonnecchiare.

Di quali cure ha bisogno il gatto devon rex?

Questi  gatti non hanno particolari patologie, se tenuti in salute vivono fino a 15 anni. A causa del loro pelo corto e sottile, preferiscono vivere all’interno degli edifici, poiché non tollerano le basse temperature. Possono essere tolettati una volta a settimana con una spazzola di gomma o di setole, oppure con un guanto di camoscio o fibra naturale su tutto il corpo e, lavati nella zona della pancia e delle orecchie, con un detergente delicato. Hanno bisogno di esser vaccinati, così come tutte le altre razze. Inoltre bisogna stare molto attenti alla cura del pelo, che essendo delicato può cadere facilmente.

La riproduzione del gatto devon rex

Nei devon rex non vi è un marcato dimorfismo sessuale, anche se i maschi possono essere un po’ più grandi delle femmine, questo non è considerato un difetto, se vengono mantenute le giuste proporzioni. Per quanto riguarda la riproduzione, è necessario aspettare il compimento dell’anno di età prima di fare accoppiare un gatto Devon Rex; tempi di gestazione e svezzamento sono analoghi a  quelli di qualsiasi altro felino domestico.

Disclaimer: la descrizione qui riportata è stata realizzata tenendo conto dei principali standard. L’uso dei disegni è stato gentilmente concesso da ICB (International Cat Book) e i contenuti sono protetti dalla Creative Commons License – Attribuzione non commerciale, non opere derivate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *